REALIZZARE L’IMPRESA CONTEMPORANEA DI SUCCESSO – IL MODELLO HENGI

analisi scientifica del modello hengi per creare e crescere l’organizzazione strategica forte aziendale e divenire posizionamento di mercato “the best of the best”.

luis.h.ferrari blanco

motivazione strategica sfidante

oggi un’impresa ha successo se realizza sempre di più, nei valori condivisi di etica, disciplina ed eccellenza, l’organizzazione strategica più utile ed unica (la più altamente desiderabile) per e con il mercato.

tale risultato di alta qualità umana la posiziona nel mercato di più profitto, prosperità e prospettiva per le aziende denominato “the best of the best” (tbtb).

the best of the best

alta domanda

oltre il prezzo

qualità umana del prodotto

alto orientamento alle persone

motivazione e produttività

the best of the good

bassa domanda

in base al prezzo

media qualità

falso orientamento alle persone

false motivazione e false produttività

the best of the worst

alta domanda

basso prezzo

bassa qualità

basso orientamento alle persone

demotivazione e falsa produttività

origine del modello

il modello nasce dall’analisi scientifica che vede la genesi dall’attuale mercato delle idee.

tale mercato oggi valorizza le imprese che generano e vendono idee capaci di realizzarsi nel massimo valore umano (il vero risultato). ciò si realizza attraverso soluzioni (prezzo, prodotto e servizio) finalizzate a persuadere e a suggestionare la reale motivazione del miglioramento della propria qualità di vita delle persone.

in tale ambito, il mercato premia le imprese che “producono” persone migliori, ossia persone capaci di migliorarsi, migliorando la vita degli altri. per questo motivo, l’impresa di successo tbtb realizzerà collaboratori migliori, fornitori migliori e clienti migliori. mettere la persona al centro è la motivazione etica e strategica del proprio essere.

per realizzare idee, le imprese devono educare e crescere organizzazioni capaci di pensare insieme, realizzando il valore dell’intelligenza cognitiva, nonché collettiva.

struttura del modello

il ciclo di vita di successo di un’azienda contemporanea è definibile nei seguenti aspetti.

paradigmi del ciclo:

  • visione: la leadership deve decidere e coinvolgere l’organizzazione in una cultura aziendale che definisca un chiaro e forte orientamento alla crescita delle persone, nei valori dell’intelligenza collettiva e dell’ambizione radicale.
  • organigramma: in base alla visione, dare ordine ai ruoli e alle funzioni aziendali per realizzare l’organigramma, l’organizzazione e la qualità del metodo più efficaci alla produttività strategica (quella efficace ad ottenere la visione)
  • strategia: insieme all’organigramma ordinato ed organizzato, definire e condividere le priorità strategiche, ossia cosa, quando e come ottenere meglio oggi metodicamente per la produttività motivante, atta a garantire la visione aziendale
  • tattica: in base alle priorità strategiche definite, decise e condivise per la produttività strategica, creare il confronto consapevole sugli obiettivi intermedi sfidanti in termini di quantità (cosa), qualità (quando) ed intenzione (come)
  • produttività: generare il valore aggiunto di ogni persona per manifestare la massima utilità dei risultati per il massimo benessere intangibile ed intangibile, crescendo la capacità di credere nel futuro grazie alla generazione dell’autofinanziamento (uscire dal modello di minsky della crescita per indebitamento)
  • innovazione radicale: grazie all’autofinanziamento, investire in ogni aspetto organico ed inorganico aziendale per sviluppare l’orientamento all’eccellenza continua
  • atteggiamento vincente verso il mercato della decrescita: realizzare organizzazioni strategiche, perché produttive e motivanti, in grado di mettere in gioco il forte atteggiamento al cambiamento ed essere vincenti perché impresa sociale ed economica per il miglioramento del sistema sociale ed economico.

attuazione del modello

il modello di hengi rende forte l’impresa sul mercato, per essere tbtb, attraverso le seguenti fasi di implementazione seriale.

  1. in base a chi è, chi vuole diventare come organizzazione e per quale cambiamento di massima utilità provocare, far decidere al leader la competenza della leadership sociale.
    il leader sociale mette in gioco il valore di vertice dell’altruismo e lo definisce nelle seguenti abilità:
  • diventa consapevole di qualificare le persone
  • dona la visione come sfida collettiva da abbracciare per e con gli altri
  • disciplina che il profitto è per la prosperità e la prospettiva del pianeta
  • dichiara e realizza che il successo aziendale è la crescita delle persone
  1. in base alla decisione intima del leader di essere un leader sociale, hengi definisce con la squadra la cultura aziendale e ne disciplina il coinvolgimento totale per ogni livello aziendale e verso il mercato con la comunicazione strategica (intervento di corporate).
  2. in base alla visione, hengi con la squadra definisce e condivide l’organigramma e l’organizzazione strategica, dando ordine ai ruoli e alle funzioni aziendali, strutturandole e rendendole produttive per la visione. non l’organizzazione “non strategica per l’operatività”, bensì quella “strategica per la visione”.
  3. l’organizzazione strategica viene messa in gioco da hengi nel definire esattamente la strategia e la pianificazione per ottenere la produttività essenziale per la visione, ossia per diventare l’impresa più utile ed unica per e con il mercato.
  4. si realizza la tattica educando l’organizzazione strategica al metodo del confronto consapevole con le priorità strategiche definite in obiettivi sfidanti condivisi. il fine è creare il controllo per incoraggiare al correttivo per il miglioramento continuo dei risultati intermedi ed ottenere la squadra più motiva e motivante per l’espansione consolidata aziendale (intervento di ibh).

hengi, in base alla visione ed alla strategia condivisa aziendale, educa continuamente ogni ruolo e funzione aziendale alla produttività strategica, in modo che ogni valore sfidante della visione si realizzi in ogni momento in risultati di sempre più alta qualità umana. l’etica aziendale diventa estetica interna ed esterna, per la crescita di ogni persona al fine di ottenere il profitto aziendale. profitto inteso come massimo valore di benessere per le persone e marginalità strategica di ogni numero aziendale.

risultato del modello

il modello di hengi produce 2 grandi e strategici risultati per far si che l’impresa diventi la più utile ed unica per e con il mercato, e perché si posizioni forte per essere “the best of the best”. la conseguenza è realizzare il successo duraturo per l’espansione consolidata illimitata.

RISULTATO 1

sviluppare in maniera coinvolgente e condivisa l’orientamento strategico dell’impresa, in ogni aspetto interno ed esterno, all’eccellenza radicale. tale orientamento strategico conduce eticamente ed esteticamente l’azienda ad essere ed a mantenersi nel mercato detto “the best of the best”.

RISULTATO 2

crescere l’organizzazione strategica a mettere in gioco definitivamente come proprio prodotto il forte atteggiamento al cambiamento e vivere lo stile di vita del meglio per essere ogni volta i più utili ed unici per e con il mercato.

grazie a questi 2 risultati, l’impresa realizza in maniera completa la competenza dell’espansione consolidata e la capacità di affrontare l’incertezza, l’impulsività e la velocità del mercato per generare in maniera illimitata il successo duraturo della propria ed abbracciata visione motivante aziendale.

l’impresa diventa forte, posizionata tbtb, per crescere in maniera proattiva ed anticiclica ed essere stabilità condivisa verso l’instabilità continua di mercato, realizzando persone tra persone migliori.

in poche parole, la leadership sociale per rendere migliore il sistema socio-economico in cui vive e prospera.

luis h.ferrari blanco

hengi president